Cos’è un amico?

Bella domanda. Cos’è un amico? Mi è arrivata una mail da una mia amica con questo titolo. Ovviamente è una delle solite robette che circolano in internet, piene di sdolcinatezze e foto di fiori e cuccioli e angeli a caso.

Ma cos’è un amico? Difficile definirlo. Un amico è un insieme di tante cose: è una persona con cui puoi essere te stesso, puoi essere sincero. Con cui non ti devi vergognare di piangere durante un film o di raccontare i tuoi problemi. Un amico è qualcuno che ha voglia di sapere qualcosa di te, ha voglia di conoscerti, ha voglia di vederti, ha voglia di parlarti, ha voglia di ascoltare i tuoi racconti.

Un amico non è chi ti dice “Ci vediamo” e non trova mai il tempo per te. Non è chi ti dice “Sei la mia migliore amica” e poi non trova il tempo per te. Non è chi non ha il coraggio di dirti le cose in faccia e aspetta che tu, solo tu, ti stufi di telefonare o scrivere email. Non è chi ti esclude dalla sua vita non appena trova un fidanzato, perché magari al fidanzato non sei simpatica, o perché magari il fidanzato ha il suo giro di amici e non può cambiare la sua routine. Un amico non è uno che ti chiama solo al tuo compleanno e a Natale per darti il regalo, perché una persona che non ti vede mai cosa può sapere dei tuoi gusti e dei tuoi bisogni? Un amico non è chi ti dice che non festeggia il suo compleanno e poi lo fa senza invitarti, chi non se la sente di uscire e poi lo chiami per chiacchierare ed è uscito, chi non sa con chi andare in vacanza e però non ci viene con te, nonostante tu sia “la sua migliore amica”.

Un amico ha voglia di te. Io ho voglia dei miei amici e mi dispiace, tanto, di avere amici lontani. Anime gemelle che stanno magari anche all’altro capo del mondo. Persone con cui subito tutto fila, con cui basta uno sguardo, persone che sanno farti un sorriso, che vogliono sapere come stai. Persone con cui è bello sentirsi anche solo via email, via internet, per raccontarsi le proprie vite. Io ho voglia di sapere delle loro vite! Ho voglia di vedere le loro foto, di sentire le loro voci, di sapere che musica ascoltano e come se la passano, ho voglia di ridere e scherzare con loro.

Non è vero che gli amici veri siano quelli di lunga data: a volte si può contare su di loro, e anche io ne ho un paio, ma spesso non si hanno gli stessi stili di vita e le stesse idee, e questo porta inevitabilmente a perdersi. Poi ci sono quelli che non si vogliono perdere, nonostante non gli interessi niente di te, e sono la categoria di cui sopra, quelli del compleanno-Natale e del silenzio per il resto dell’anno. Come se solo loro lavorassero, solo loro avessero una casa, solo loro fossero stanchi. Balle. Solo balle. Però non hanno il coraggio di lasciarti andare, come quei fidanzati abitudinari che non si staccano finché non trovano un’altra.

Ma dico, se non si ha più niente da dirsi, si può anche lasciarsi e vivere la propria vita serenamente. E’ così difficile ammettere con se stessi che l’altra persona non ci interessa più per mille motivi, perché ci sta antipatica, perché non condividiamo le sue scelte, perché ci accorgiamo di non avere più niente in comune, perché siamo maturati e cresciuti in maniera diversa?

Io ho pochi amici. Quelli vicini, li conto forse su una mano. Quelli lontani sono di più, ma non posso vederli per questioni pratiche. Per fortuna le telecomunicazioni hanno fatto progressi e così ci si può telefonare senza spendere un patrimonio.

Comunque, tra pochi giorni eseguirò quest’istruzione dal mio database interno:

Delete from t.amici where n.mess is null

About these ads

5 pensieri su “Cos’è un amico?

  1. Vet inte om man får commentera på svenska. I alla fall stämmer det du säger. Verklig vänskap är sällsam nuförtiden. Våra liv är så grå, vi tycker nog att det som händer oss inte ska interessera någon. Och så blir det veckor, månader innan man återupptar kontakt, och då känns det för sent…

    jag förstår SQL men ej talar den :-P

    grazie per i tuoi parole,

    A

  2. sei un pò talebana:)
    io ho amici con i quali mi vedo un paio di volte l’anno, purtroppo il mio lavoro e forse un pò anche il loro, non ci da grandi possibilità, ma se hanno bisogno e viceversa so di poter contare su di loro un amico c’è anche quando non te lo aspetti, non bisogna andare a mangiare fuori o al cinema o a ballare per essere amici basta essere amici.
    Come ogni rapporto interpersonale ogni legame è un mondo a sè

  3. Luca: anche io ho amici che vedo poco, ma la realtà è che con le persone che amiamo, abbiamo voglia di intrattenere rapporti. Che poi non sono, come dici tu, mangiare la pizza o andare a ballare, ma anche solo una telefonata ogni tanto, una mail (siamo nell’era delle telecomunicazioni), un sms.
    Una persona che non si fa mai viva non può essere un amico, perché non sa nulla di te, non condivide nulla di te.
    Tutti abbiamo lavoro e impegni vari, ma se non ci si vede per ANNI, non credo ci si possa considerare ancora “amici”, perché non ci si conosce più.
    Lasciamo poi stare il caso delle persone che non hanno mai tempo per te, ma trovano il tempo per altri. Benissimo: non sono gelosa, ci sono persone con cui la sintonia si perde, perché si cambia. Basta dirlo, però, non essere ipocriti e raccontare palle su palle!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...